Continua la sfilza di ottime prestazioni italiane nel mondo dell’Atletica Leggera: questa volta a farci sognare è la ligure Luminosa Bogliolo, la regina degli ostacoli nel contesto femminile italiano

Un meritato quarto posto nella finale dei 60hs della terza tappa del World Indoor Tour (Torun, Polonia), una posizione che assume maggior rilievo difronte a nomi di carattere internazionale. Ottima ed impeccabile, come sempre, Luminosa Bogliolo, capace di uno strepitoso 8” netti che le regala un nuovo primato personale ed uno scalino in meno da compiere per l’obiettivo del record italiano attualmente ancora detenuto –a soli 6 centesimi – da Veronica Borsi.  

Certo: per gli intenditori del settore, dire “a pochi centesimi” in realtà è vera castroneria, trattandosi di competizioni già portate al limite delle possibilità; ma la caparbietà di questa giovane atleta appena venticinquenne ed il suo modo maturo e coscienzioso di affrontare il proprio percorso di crescita, le donano un tono che solo pochi atleti talentuosi hanno così naturale.

E sono i fatti a dimostrare che Luminosa può farcela, può abbattere il muro, ed ha cominciato a farlo proprio ieri a Torun, tagliando altri due centesimi all’obiettivo del record. A vincere la competizione è Christina Clemons, capace di concludere con la miglior prestazione mondiale dell’anno in 7”81; in seconda e terza piazza le due polacche, Karolina Koleczek (7”98) e Pia Skrzyszowska (8”00), anch’esse al proprio primato personale.

E’ proprio il caso di dirlo: la Bogliolo ha davvero brillato di luce propria, e siamo fiduciosi che continuerà a farlo.

 

Martina Amodio

Commenti

commenti