La percentuale non è incoraggiante, così come la posizione in classifica

 

Pochi mesi fa, precisamente lo scorso maggio, il sindaco melitese, Antonio Amente, celebrava il raggiungimento del 537esimo posto nella classifica dei comuni ricicloni:“Finalmente lasciamo gli ultimi posto della speciale classifica”, così aveva affermato in quel contesto.

Sarebbe stato un grande successo se non fossero stati solo 13 i comuni peggiori.

Probabilmente, in quell’occasione ed in piena pandemia, lo stress da Covid-19 non aveva permesso una visione chiara dei numeri, tutto fuorché beneauguranti.

Il Sindaco, infatti, aveva annunciato che i dati erano incoraggianti ma che ci sarebbe dovuta essere continuità per poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

Sembra, però, che questa continuità e gli obiettivi siano stati dimenticati poiché, attualmente, i dati della raccolta differenziata non sembrano essere incoraggianti: la percentuale di RD è del 22.46%, solo il 4.531% in più rispetto a 7 anni fa.

Dati dei comuni ricicloni, Melito in fondo alla classifica

Dati RD 2019

Dati dei comuni ricicloni, Melito in fondo alla classifica

Dati RD 2013

Proprio negli ultimi giorni i cittadini melitesi hanno segnalato diverse discariche abusive sul territorio melitese, tra cui una proprio all’interno del parcheggio della casa comunale, sotto gli occhi dell’amministrazione e dello staff.

Nel 2018, il Sindaco dichiarò quanto segue:“Informiamo i cittadini che non saranno raccolti i rifiuti indifferenziati depositati in giorni ed orari difformi dal calendario di conferimento ‘porta a porta’ – ricorda l’assessore Ferraro – Ci saranno controlli e sanzioni per il mancato rispetto del calendario rifiuti. La nostra intenzione non è soltanto quella di reprimere, ma anche di aiutare i melitesi a differenziare. Pertanto ad ottobre sarà lanciata una chat istantanea attiva si Instagram, Facebook e Twitter dove i cittadini potranno ricevere 24 ore su 24 tutte le info utili per una corretta raccolta”.

“Siamo riusciti a rendere la città nuovamente pulita, ma ora c’è bisogno di imboccare definitivamente la strada che porta ad un’efficiente raccolta differenziata – ha concluso il sindaco Amente – Differenziare è un dovere ma anche un’esigenza economica. L’aumento della percentuale di raccolta contribuisce a rendere più leggera la bolletta dei rifiuti per tutti ed è proprio per questo che saremo intransigenti. Chi depositerà i rifiuti in giorni sbagliati o addiritttura in zone non adibite alla raccolta, sarà multato in modo molto salato. E’ nostra intenzione aumentare i controlli e la presenza di telecamere sul territorio sina dalla prossima settimana. E’ assurdo che le sciaguratezza di pochi ricada economicamente ed igienicamente sull’intera comunità”. 

Le buone intenzioni e le dichiarazioni di 2 anni fa, però, sembrano essere state dimenticate poiché, ad oggi, le iniziative per sensibilizzare i cittadini ad eseguire la raccolta differenziata sul territorio melitese sono completamente assenti e, addirittura, alcuni netturbini sono stati segnalati per aver mischiato i rifiuti.

Laura Barbato

Commenti

commenti