I lavori riguarderanno le strade ricadenti in numerose località dell’Area Metropolitana di Napoli tra cui anche Melito

Il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato oggi tre delibere contenenti i progetti per l’affidamento di tre “accordi quadro” per la realizzazione di interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle strade di pertinenza della Citta’ Metropolitana di Napoli. Si tratta di un investimento complessivo di oltre 13,5 milioni di euro, parte dell’avanzo di bilancio utilizzato per realizzare il “piano strategico metropolitano triennale che ha identificato le zone omogenee per gli interventi” e che prevede, per la sua realizzazione, la destinazione dell’intero avanzo di amministrazione disponibile seguendo due direttrici di intervento: a) sviluppo economico e sociale del territorio, b) incremento della qualità della vita tramite la salvaguardia dell’ambiente. I lavori riguarderanno le strade ricadenti in numerose località dell’Area Metropolitana di Napoli. 

In particolare e tra gli altri, sono previsti lavori di sistemazione della Circumvallazione Esterna e relativi raccordi, dell’ex SS 87, Sannitica, ex SS 162 del Centro Direzionale, la SP 500 perimetrale di Melito. Gli interventi verranno realizzati con lo strumento dell'”Accordo Quadro” che prevederà le condizioni alle quali l’operatore economico scelto si obbliga ad eseguire gli interventi che di volta in volta si renderanno necessari e che gli verranno richiesti, con appositi successivi atti negoziali (contratti applicativi). Questo strumento assicura una migliore programmazione dei fabbisogni, la semplificazione e la standardizzazione delle procedure di affidamento dei singoli appalti con il conseguente risparmio economico, una maggiore trasparenza delle procedure di affidamento, un miglior controllo della spesa, una maggiore efficienza e, non ultimo, un risparmio nelle spese di gestione della procedura medesima.

“Con questi interventi – ha affermato il sindaco de Magistris – si da inizio alla realizzazione della parte del “piano strategico metropolitano triennale” che, utilizzando l’intero avanzo di bilancio disponibile permetterà d’intervenire in modo molto significativo nella realtà dell’area Metropolitana di Napoli migliorando la mobilita’ degli abitanti, incentivando i flussi turistici e realizzando una importante ricaduta economica sui territori”.

Commenti

commenti