Il Primo cittadino di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, con un post sui social ha reso noto che un famoso stabilimento balneare del comune di Bacoli, per molto tempo ha evaso il pagamento della tassa sui rifiuti nota come Tari, indebbitandosi di 200mila euro.
Come dichiarato dal sindaco:

“Deve pagare al Comune, e quindi alla popolazione tutta, oltre 200.000 € di Tari. Soldi con cui potremmo acquistare pali dell’illuminazione pubblica, asfaltare strade, acquistare dossi per limitare la velocità di auto e moto
Se entro i primi giorni di agosto non dovesse regolarizzare la propria posizione debitoria chiuderemo lo stabilimento.
Chi non paga le tasse, danneggia tutti. L’imprenditore che non paga le tasse, danneggia gli imprenditori onesti che pagano i tributi. Se la nostra città è in ginocchio, le colpe sono chiare.
Noi non chiuderemo gli occhi. A difesa di Bacoli. Basta. Da domani, notificheremo altri avvisi per altri lidi.

Un passo alla volta”.

Commenti

commenti