Avrebbe contrabbandato oltre 30 tonnellate di sigarette

 

Il 27 febbraio scorso, il presunto capo latitante di un’organizzazione criminale dedita a traffici illeciti, Francesco Stanzione, era stato catturato in Grecia.

Proprio in questi giorni, l’uomo è giunto a Roma ed è stato subito portato in carcere.

Il Gip del Tribunale di Napoli aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare , per lui e altre otto persone coinvolte in un’organizzazione dedita al traffico internazionale di tabacchi lavorati dall’Est Europa verso l’Italia.

Secondo gli inquirenti il gruppo avrebbe contrabbandato oltre 30 tonnellate di sigarette.

Il giorno 24 Febbraio, al momento dell’esecuzione dell’ordinanza, Stanzione risultava irreperibile.

Le Forze dell’Ordine si sono subito adoperate per capire dove l’uomo si fosse nascosto.

Stanzione grazie a dei contatti nelle città di Atene e Salonicco in Grecia, era fuggito lì, ma in pochissimo tempo grazie alle indagini è stato individuato e catturato.

In merito alla vicenda la Guardia di Finanza dichiara: “Con la sua consegna alle autorità italiane si può considerare conclusa un’operazione anticontrabbando tra le più rilevanti degli ultimi tempi”.

 

 

 

 

Commenti

commenti