Nonostante il divieto, in un bar di Casoria scoperta una festa privata

Nonostante i bar debbano per decreto fornire servizi solo per asporto, i carabinieri hanno scoperto un un bar di Casoria che si stava svolgendo una festa privata.

Il bar si trova all’interno di un centro commerciale ed ora è stato sottoposto a chiusura obbligata per cinque giorni e il titolare è stato denunciato per mancata osservanza delle norme previste dal DPCM.

All’arrivo dei militari, tutti i partecipanti all’evento abusivo si erano dileguati nel nulla, lasciando, però, evidenti segni della loro presenza attiva nei festeggiamenti.

Sui tavoli, infatti, vi erano ancora bottiglie stappate tra liquori e champagne, bicchieri sporchi e ancora colmi di bevande varie: tutte cose che facevano ben intendere che fosse in corso una festa privata.

Nell’ambito dei controlli sul territorio, invece, i carabinieri di Giugliano hanno dovuto chiudere un’attività centro massaggi in via San Francesco a Patria che operava a serrande abbassate.

Altra chiusura ha riguardato,invece, un bar di Chiaiano: trovate all’interno persone servite al banco contro ogni norma prevista dal DPCM.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti