Finisce in carcere il ladro responsabile dei furti alle coppiette sulla Domiziana

Gli agenti del Commissariato di Giugliano-Villaricca hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa lo scorso 9 luglio dal G.I.P. del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della locale Procura, mettendo le manette ad un giovane di Caserta, S.H., ventisei anni.

Il giovane risulta gravemente indiziato per il reato di rapina aggravata dall’utilizzo di armi.

II provvedimento cautelare è scaturito da un’attività investigativa svolta dai poliziotti a seguito di una rapina avvenuta il 14 giugno dell’anno scorso sulla strada statale “SS 7quater” a Giugliano ai danni di una coppia ferma in auto.

Gli agenti, grazie alle descrizioni fornite dalle vittime, hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato che è stato rintracciato presso il campo nomadi di Caivano.

Il giovane ladro, sottoposto ieri a misura cautelare in carcere, però, all’atto della rapina pare non fosse solo.

Sembrerebbe che, a bordo della Fiat Bravo, utilizzata per la rapina, vi fossero almeno altre due persone non ancora identificate ma pienamente coinvolte nella rapina.

I ladri, infatti, avrebbero avvicinato la vettura della coppietta accostandosi con un finto lampeggiante di quelli in uso agli agenti di polizia, e, nel tentativo di simulare un controllo, si accingevano a rapinare la coppia ferma in auto sulla SS quater.

Le indagini, partite a seguito della denuncia della coppietta, a cui furono portati via sia denaro che gli oggetti preziosi indossati, riguarderebbero, però, anche altre rapine avvenute sempre nella stessa zona e con modalità molto simili, sempre ai danni di giovani coppie appartate.

Foto dal web

Marianna Di Donna

Commenti

commenti