Prosegue l’ingresso a scaglioni in classe, lunedì 25 rientrano le quarte e le quinte

Dopo queste prime settimane in zona gialla, anche per la scuola si fanno passi avanti per tornare alla normalità.

Questo lunedì trascorso ha visto rientrare in presenza le classi terze con ingressi a orari differenti, a scaglioni, per evitare assembramenti per gli ingressi e le uscite.

A dare l’annuncio dell’apertura anche per le quarte e le quinte prevista per lunedì 25 gennaio è l’assessore all’Istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini.

Riguardo alcune polemiche sorte a seguito delle decisioni della regione di programmare rientri secondo una tempistica ben precisa, nonostante l’attribuzione della zona gialla alla Campania, è lo stesso assessore Fortini a replicare “Siamo in zona gialla proprio perché abbiamo fatto scelte dure, molto criticate  all’inizio, ma che oggi ci fanno raccogliere i frutti di scelte complicate e difficili”.

Proprio questo sembrerebbe il motivo per il quale lunedì 18 siano rientrate solo le terze: lo stop sarebbe arrivato direttamente dall’Unità di crisi della regione per alcuni dati non proprio confortanti.

Per quanto riguarda, invece, le scuole medie e superiori ancora sembra esserci confusione.

Niente rientro totale per il 25, come anticipato, ma, molto probabilmente un rientro che dovrà prevedere il 50% in aula e il restante 50% in didattica integrata a distanza.

Grande attenzione soprattutto per i trasporti che rappresenterebbero un problema organizzativo per i ragazzi che, quotidianamente, dovrebbero poterne fruire in totale sicurezza.

Un notevole supporto potrebbe arrivare dalla Protezione Civile che garantirebbe una rete di volontari per contribuire alla sicurezza dei distanziamenti all’esterno delle scuole e all’interno delle metropolitane.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

 

 

Commenti

commenti