Ci sarebbero un morto e feriti

Nel tardo pomeriggio un commando è entrato in azione in Via Venezia, a Castel Volturno.

L’agguato era stato studiato nei minimi dettagli ma, nel momento in cui i criminali sono entrati in azione, gli si sarebbe parata davanti un’altra persona che è rimasta ferita alle gambe.

Solo dopo i primi colpi, sono riusciti ad arrivare alla vittima: un migrante che, purtroppo, ha perso la vita dopo essere stato sparato più volte.

Il ferito è stato trasportato al Pronto soccorso della clinica Pineta Grande di Castel Volturno: le sue condizioni non sono gravi tanto da far temere per la sua vita.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Mondragone, la cui prima ipotesi è quella di un regolamento di conti.

Attraverso le dichiarazioni di alcuni testimoni, si sta cercando di ricostruire l’accaduto e acciuffare i malviventi.

Sul posto anche il sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella:”È un fatto preoccupante, perché da tempo non viviamo fatti del genere” ha affermato a Casertanews, manifestando anche la sua preoccupazione per le presenze sul territorio: “Ho la sensazione che dopo il lockdown ci sia stato un ulteriore aumento degli irregolari. A novembre, grazie ad una stima che era stata richiesta alla società che si occupa della raccolta rifiuti, era emerso che sul territorio vi erano almeno 20mila persone non censite. Ma credo che questo numero andrà rivisto ancora. Ed in queste condizioni diventa davvero difficile amministrare un territorio vasto, sopratutto perché non abbiamo uomini a disposizione. Qui non si tratta di stranieri o meno, ma devo ammettere che oggi non riusciamo ad avere il controllo completo della situazione: non sappiamo quanti sono e dove sono”.

Commenti

commenti