Prodotti locali per chi è meno fortunato

Alla pari del caffè sospeso a Napoli, è nata l’iniziativa di Coldiretti della calza sospesa in virtù della festività dell’Epifania.

I cittadini all’interno del mercato Campagna Amica di Napoli a Fuorigrotta avranno la possibilità di acquistare marmellate, dolci e leccornie da inserire nelle apposite calze che saranno donate a chi più ha bisogno.

Anche molte aziende italiane hanno deciso di offrire pasti ai meno fortunati come ad esempio i cuochi di Campagna Amica in Puglia.

Coldiretti afferma: “Il disagio generale si riflette anche sull’andamento degli acquisti per i regali della Befana che sono al minimo da almeno un decennio con un calo del 23% rispetto allo scorso anno, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’, per effetto delle difficoltà economiche, del lockdown e della chiusura dei negozi. Tuttavia dove è possibile non si rinuncia alla tradizione della calza della Befana che è stata appesa in oltre una casa su tre (38%) mentre una minoranza del 12% ha preferito fare altri regali ed il resto non ha festeggiato anche perché non ha bambini in casa. Da segnalare anche che la spinta provocata dall’emergenza Covid verso una alimentazione più salutista ha contagiato la Befana 2021 e in molte famiglie tornano anche fichi e prugne secche, nocciole, noci e soprattutto biscotti fatti in casa. Una tendenza favorita dall’impossibilità di uscire dalle mura domestiche con la zona rossa durante le festività con ben il 49% degli italiani che ha passato più tempo ai fornelli, anche a preparare nuove ricette con i propri figli. Un ritorno alla naturalità nel contenuto delle calze ‘appese’ al camino dalla simpatica vecchietta che in passato ai più ‘discoli’ regalava solo aglio, peperoncino, patate e carbone vero”.

Il Natale nella tradizione Italiana - Natività

 

Commenti

commenti