Sorteggiato il calendario della serie A 2020/2021

Stilato oggi il calendario della Serie A 2020/2021, gli azzurri di Gennaro Gattuso ripartiranno dallo stadio Tardini di Parma; la squadra emiliana è molto cambiata rispetto allo scorso anno, innanzitutto ha cambiato la guida tecnica, esonerando D’Aversa e prendendo come nuovo allenatore Fabio Liverani, esonerato a sua volta dal Lecce. L’ex tecnico della squadra pugliese basa il suo gioco sul possesso palla e sul gioco dalle retrovia, rischiando spesso anche di fare errori quando si viene pressati, la squadra azzurra almeno sulla carta parte favorito contro il Parma nella prima giornata; vorrà vendicarsi anche delle due sconfitte della scorsa stagione, all’andata ci fu proprio l’esordio sfortunato dello stesso attuale tecnico azzurro che perse immeritatamente al San Paolo, al ritorno invece ricordiamo tutti i danni che fece Giua assegnando due rigori molto più che dubbi.

Alla seconda giornata il Napoli farà visita al Genoa, poco tempo fa sua gemellata, il big match con la Juventus come lo scorso campionato ci sarà subito, infatti alla terza giornata il Napoli farà visita ai bianconeri di Andrea Pirlo neotecnico dopo l’esonero di Maurizio Sarri, partita sentitissima da entrambe le tifoserie e quindi ci si aspetta una grande  prestazione da parte degli uomini di Gattuso. Dopo la Juventus nella quarta giornata il Napoli troverà al San Paolo l’Atalanta di Giampiero Gasperini, altra partita difficile perché la squadra bergamasca  anche quest’anno vorrà sorprendere tutti facendo un’altra grande stagione.

Dalla quinta giornata alla settima ci saranno sfide sulla carta più semplici, partendo dal derby della quinta col Benevento, per poi passare alla sesta giornata contro una delle  rivelazioni dello scorso anno ossia il Sassuolo  di Roberto De Zerbi; alla settima giornata invece ci sarà il Bologna di Sinisa Mihailovic.

Nell’ottava e nella nona giornata ci sarà un tour de force per la squadra di Gattuso, all’ottava si troverà al San Paolo il nuovo Milan di Stefano Pioli, che con un ottimo mercato parte per essere una delle rivali dei partenopei per la zona Champions, che come hanno detto in più occasioni dal presidente all’allenatore azzurro è l’obiettivo della stagione del Napoli, alla nona altra rivale per la lotta Champions, il Napoli ospiterà la Roma, una squadra nuova tutta da scoprire con un mercato che per adesso non ha  ancora detto niente, di come sarà la squadra giallorossa ai nastri di partenza per la nuova stagione.

Decima e undicesima giornata finalmente il Napoli sulla carta avrà partite alla portata, alla decima andrà a fare visita al neopromosso Crotone, all’undicesima invece ospiterà al San Paolo la Sampdoria che almeno per adesso ha fatto poco e niente sul mercato, e sembra che affronterà un’altra stagione difficile lottando per la salvezza.

Dodicesima e tredicesima giornata altro doppio scontro ravvicinato contro altre due rivali per la Champions, alla dodicesima gli azzurri faranno visita all’Inter di Antonio Conte che ripartono per lottare addirittura per la vittoria del campionato, volendo approfittare dei grandi cambiamenti in casa Juventus, alla tredicesima invece il Napoli farà visita alla Lazio, la squadra di Simone Inzaghi ha cambiato poco o nulla rispetto alla squadra dello scorso anno, che per qualche tempo stava sognando anche lo scudetto, e se non ci fosse stata la pausa per il covid forse lo avrebbe anche potuto vincere.

Dalla quattordicesima all’ultima giornata, si avrà un calendario in discesa, alla quattordicesima il Napoli ospiterà il Torino, alla quindicesima andrà a Cagliari, alla sedicesima ospiterà il neopromosso Spezia, alla terzultima  andrà alla Dacia Arena di Udine, la penultima forse la gara più complicata contro un’ambiziosa Fiorentina, chiude il calendario la sfida a Verona contro la squadra di Ivan Juric, altra rivelazione dello scorso campionato.

Aldilà di tutto il calendario della serie A 2020/2021 del Napoli sembra un calendario equilibrato, anzi a mio avviso le ultime giornate con partite  più semplici sulla carta, potranno fare la differenza per la lotta Champions e quindi bisognerà approfittarne.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti