Rientrano nel Decreto Ristori i buoni spesa, il comune di Melito dovrà adesso organizzarsi per la procedura di richiesta

Una volta avuto il via libera dal Governo all’interno del Decreto Ristori, adesso dovrà essere il comune a stabilire le procedure di richiesta del sussidio.

Probabilmente la procedura sarà analoga a quella dello scorso Aprile.

Le erogazioni andranno dai 300 ai 500 euro e dipenderanno dalla situazione reddituale del richiedente e dalla sua composizione familiare.

Sarà poi stilata una graduatoria riportante i beneficiari.

Un sussidio, questo, che fa parte dell’aiuto assistenziale alimentare concesso dallo Stato: i buoni, infatti, dovranno essere spesi negli esercizi prescelti dal Comune stesso e saranno limitati all’acquisto di beni di primaria necessità.
I soldi stanziati ammontano a 400 milioni di euro, una cifra considerevole che non dovrebbe lasciare indietro nessuno.

L’Onorevole Micillo di Giugliano riporta i dati del report della spartizione dei sussidi che risulterebbero così suddivisi:

Giugliano in Campania 1.017.384,14 €.
Calvizzano 82.689,58 €.
Casandrino 102.118,48 €.
Melito di Napoli 237.345,16 €.
Mugnano di Napoli 217.743,03 €
Qualiano 160.980,68 €.
Sant’Antimo 220.036,59 €.
Villaricca 229.260,56 €.

Ora si tratta di aspettare che i soldi arrivino nelle casse comunali per dare avvio a tutta la procedura.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti