Il 2020, sul piano sportivo ed in particolar modo podistico, si chiude con la tradizionale ed immancabile BoClassic, gara internazionale organizzata nel comune di Bolzano e, naturalmente, adattata anch’essa a tutte le limitazioni imposte dalla pandemia.

La manifestazione, difatti, ha visto la partecipazione di soli atleti élite, come ogni evento ufficiale degli ultimi tempi: abolito il percorso lungo le vie del centro storico e con il divieto assoluto al pubblico di assistere alla gara, per l’occasione è stata allestita la pista del Safety Car con un giro di esattamente 1250mt. Il programma ha previsto una partenza differenziata: la gara femminile (di 10km) alle ore 14.00, mentre gli uomini, impegnati in una distanza di 5km, alle 14.45.

Tra gli atleti elitè annunciati al via anche gli azzurri Yeman Crippa e Giovanna Epis, reduce quest’ultima dalla conquista del titolo italiano di maratona il 13 dicembre a Reggio Emilia, con la quale ha portato a casa anche la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo.

Entrando nel vivo della competizione, che ha visto la vittoria di Oscar Chelimo (13,17”) in campo maschile e di Chelimo Kipkemboi (30’43”) in campo femminile, i due italiani hanno mantenuto alto l’onore della bandiera: Yeman Crippa, l’azzurro delle Fiamme Oro, chiude il suo fantastico 2020 con un altro primato italiano, il terzo della stagione, correndo i suoi 5km in 13’20” e sfiorando il primato europeo (che resta al francese Jimmy Gressier con 13’18”) per soli due secondi; è la terza perla di una stagione che aveva già registrato il 13’02”26 di Ostrava – record italiano dei 5000 metri su pista – ed il 7’38”27 del primato nazionale sui 3000 metri a Roma, senza dimenticare quello dei 10.000 metri siglato lo scorso anno ai Mondiali di Doha.

Nella gara femminile, che ha visto la vincitrice keniana sfiorare il record del mondo, migliore delle azzurre non poteva che essere Giovanna Epis (Carabinieri), al traguardo in 34’13”, prestazione al di sotto delle proprie aspettative, ma giustificata sicuramente dal tanto freddo della giornata che ha messo a dura prova molti atleti; alle sue spalle, seconda italiana è Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina), seguita poi da Maria Chiara Cascavilla (La Fratellanza 1874 Modena) e Ludovica Cavalli (Bracco).

Si conclude così questo 2020 podistico, con la speranza che questi risultati positivi possano essere di buon auspicio alle future manifestazioni del 2021.

Martina Amodio

 

Commenti

commenti