Antonella Giglio, vicepresidente di Confapi Napoli e director BNI: l’Angioino non sarà da meno rispetto ai fratelli maggiori “Neapolis” e “Virgiliano”

NAPOLI – “Il mondo e il metodo BNI ritornano a Napoli in maniera esaltante: abbiamo infatti lanciato il terzo capitolo, quello “Angioino”, per allargare la platea di imprenditori e di professionisti che si riconoscono nel referral marketing”. A parlare è la director Antonella Giglio, vicepresidente Confapi Napoli, in occasione della presentazione del capitolo Angioino, lanciato lo scorso 3 dicembre presso il Circolo Canottieri Napoli, in via Molosiglio 1, alla presenza di 180 partecipanti. “Imprenditori e professionisti – prosegue -, con professionalità e specializzazioni diverse, parteciperanno alle riunioni presso il Circolo Canottieri dalle 7.15 alle 9 del mattino di ogni martedì”.

BNI conta in 72 paesi del mondo oltre 258mila membri, per quasi diecimila capitoli, e genera un fatturato di 18,2 bilioni di dollari. Lo scambio di referenze permette ai membri che partecipano (sono diecimila quelli sul territorio nazionale, in circa 350 capitoli) di aumentare il proprio volume di affari.

“In ogni capitolo è prevista una sola referenza per ogni categoria professionale ed ogni attività imprenditoriale, per evitare la concorrenza. Questo è uno dei vantaggi delle attività dei capitoli BNI”, ha spiegato ancora la Giglio. “Dopo i capitoli Neapolis e Virgiliano, con Angioino rafforziamo la presenza di BNI nella terza città d’Italia e offriamo agli imprenditori e ai professionisti di conoscersi di persona per fare rete e creare sinergie. Nell’epoca dei social media e della connessione veloce, vogliamo recuperare il valore di una stretta di mano”.

Commenti

commenti