L’importanza di questi insetti

La “World bee day” nasce con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica per quanto concerne la protezione delle api, per ricordare che l’umanità dipende da questi piccoli insetti e altri impollinatori, per fermare la perdita biodiversità ed il degrado degli ecosistemi in modo da contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

È stata scelta come data il 20 maggio in memoria della nascita di Anton Jansa, che nel XVIII secolo fu pioniere delle tecniche di apicoltura moderne nel suo Paese, la Svezia.

La melissofobia, cos’è?

Tantissime persone soffrono di “melissofobia”, cioè la paura delle api e dei bombi: in alcuni casi si tratta di una paura irrazionale.

Almeno il 3% della popolazione mondiale ha paura dei bombi. Come suggerisce lo stesso nome, si tratta di un disturbo d’ansia che si manifesta in presenza di questi insetti. Molti accusano vertigini, nausea, iperventilazione, tachicardia e, in alcuni casi, svenimenti.

Perché sono così importanti?

Le api sono insetti impollinatori, cioè permettono l’impollinazione e, attraverso questa attività, garantiscono la presenza di specie vegetali diverse: è proprio grazie a questi insetti che si dispone di buona parte della frutta e verdura che si consuma quotidianamente. Questo è uno dei principali motivi per cui è necessario proteggerle e salvaguardarle, evitando la loro uccisione e l’uso di pesticidi.

Tuttavia, proprio la ripresa della tradizione millenaria di produzione del miele, l’apicoltura, sta permettendo in molte zone del mondo e dell’Italia di salvaguardare questi insetti. La ripresa della tradizione dell’apicoltura e la salvaguardia di questi insetti attraverso una serie di azioni, insieme alla riduzione dell’uso di pesticidi e alla rinaturalizzazione degli spazi, contro l’avanzata dell’inquinamento, sono tutte misure fondamentali per fare in modo che le api non scompaiano.

Commenti

commenti