Dopo 25 anni l’amministrazione comunale rilancia i giochi della gioventù: in occasione del decimo anniversario dalla morte del Prof. si sfideranno gli studenti di Melito, Giugliano e Villaricca

Melito si riscopre epicentro dello sport e lo fa nel ricordo del compianto prof. Mimmo Marrone. E’ tutto pronto per ‘Batti il Cinque’, la manifestazione sportiva che si terrà in città giovedì 23 maggio a partire dalle ore 9,30 al campo sportivo ‘Mimmo Marrone’ in via Delle Palme.  La manifestazione, organizzata dall’amministrazione comunale con la collaborazione della famiglia Marrone, prende il titolo da un celebre ed usuale gesto del prof. Marrone, la cui morte improvvisa nel 2009 ha lasciato un vuoto incolmabile non soltanto a Melito.

Mimmo era noto ed apprezzato anche nelle vicine città di Giugliano, dove insegnava, e Villaricca. E così il sindaco Antonio Amente ed il suo vice, nonché assessore alla Cultura e allo Sport, Luciano Mottola, in occasione del decimo anniversario dallo scomparsa del prof. Marrone, hanno organizzato dei mini giochi della gioventù, coinvolgendo le scuole medie di Melito, Giugliano e Villaricca. 

I giovanissimi studenti delle scuole medie statali M. Guarano, S. Aleramo, G.B. Basile, G.M. Cante, A. Negri si sfideranno, infatti, sul manto erboso del Comunale in diverse discipline olimpiche. Parteciperanno, inoltre, i circoli didattici Ten. Mauriello, G. Falcone, A. De Curtis. Spazio, infine, anche per i liceali melitesi del Kant e per il gruppo scout Giugliano 1. 

“Sarà una festa di sport e di solidarietà nel ricordo di un amico che è stato esempio di sani valori umani e sociali – ha fatto sapere il sindaco Amente – Mimmo appartiene alla storia della nostra città ed è giusto che anche chi non ha avuto l’onore di conoscerlo, sappia quanto il ricordo di persone come lui possa far bene anche alle nuove generazioni. A Mimmo ed alla sua famiglia mi lega un grande affetto e sono orgoglioso di avergli intitolato lo stadio comunale nella mia precedente esperienza da sindaco”. 

“Dopo oltre 25 anni siamo riusciti a riproporre i giochi della gioventù a Melito con una formula tutta nuova. Nonostante le note difficoltà economiche l’amministrazione Amente è riuscita a riportare in alto i valori dello sport, coinvolgendo studenti locali ma anche di Giugliano e Villaricca – ha aggiunto il vicesindaco Mottola – La rinascita sportiva non poteva che avvenire in occasione del decimo anniversario dalla morte di Mimmo Marrone, il cui ricordo è più che mai vivo nel mio cuore e di tutte le persone che hanno avuto il piacere di conoscerlo”.

Comunicato stampa

Commenti

commenti