Sempre più spesso si sente parlare di quanto sia necessario diminuire lo smog e il 2020 ha dato la possibilità agli italiani di fare delle riflessioni, soprattutto dopo il blocco avvenuto con l’emergenza sanitaria.

Un’indagine sulla possibilità di comprare un veicolo a risparmio energetico che non inquini eccessivamente è stata condotta dal magazine “What’s Next – Il nostro futuro post-covid”.

La rivista ha rivelato che una persona su tre sta seriamente pensando di passare a un veicolo elettrico. È abbastanza? Certamente no. Un terzo delle persone non basta per dar vita a una rivoluzione e per cambiare le coscienze di tutti. Ma da cosa dipende questa reticenza degli italiani all’acquisto di vetture elettriche? I fattori limitanti sono diversi, a cominciare dalla minore autonomia di questi veicoli rispetto a quelli diesel e benzina, ovviamente più inquinanti. Anche in tema d’infrastrutture di ricarica sul territorio, l’Italia risulta ancora indietro rispetto ad altri Paesi europei. Entrambi i problemi però si risolveranno nei prossimi anni grazie a investimenti dedicati e miglioramenti tecnologici.

Le istituzioni intanto si stanno già orientando in tal senso, rinnovando anche per il 2020 ecoincentivi statali e regionali. Certo, la confusione è tanta, perché tra Stato, Regioni e addirittura singoli Comuni, le scontistiche sono molto variegate e sono spesso cumulabili. Senza contare, poi, le iniziative promozionali intraprese dalle case costruttrici per cavalcare l’onda dell’elettrico e per adeguarsi a direttive che impongono la costruzione di vetture meno inquinanti.

Serve un pò di chiarezza, dunque, a cominciare proprio dall’Ecobonus nazionale: sono ben 70 i milioni di euro messi a disposizione dal Governo per svecchiare il parco auto circolante e incentivare l’acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2. Il 1° agosto è la data da tenere a mente, dopo la quale è previsto un ampliamento degli incentivi per auto elettriche e ibride che, in alcuni casi, potranno arrivare anche a 10.000 €.

Sono due le fasce da considerare, in base al valore delle emissioni prodotte:

 

-Da 0 a 20 g/km di CO2: l’incentivo varia da 6.000 € (senza rottamazione) a 10.000 € (rottamando un usato);

 

-Da 21 a 60 g/km di CO2: l’incentivo varia da 3.500 € (senza rottamazione) a 6.000 € (rottamando un usato).

 

Unica condizione: questi incentivi valgono solo per acquisti inferiori ai 61.000 € (50.000 €+ IVA).

 

Incentivi statali a parte, gli automobilisti virtuosi potranno approfittare anche di incentivi proposti da regioni ed enti locali, che hanno stanziato fondi a sostegno della mobilità sostenibile sui propri territori di competenza. Sul sito web di ciascun ente si possono reperire facilmente tutte le informazioni riguardanti la propria area.

 

E se per qualcuno, incentivi e tutela dell’ambiente non sono motivi ancora sufficienti per dare una svolta green alla propria vita sulla strada, vanno considerati anche altri vantaggi concreti, come i minori costi di gestione del veicolo e i minori consumi che una scelta di questo tipo consente. Ciò che risulta chiaro, però, è che gli italiani, di strada, ne devono fare ancora tanta. C’è necessità di saperne di più per poter superare quei blocchi che creano oggi tanta reticenza e non permettono di fare il salto definitivo nel green.

 

Per questo, iniziative di informazione e sensibilizzazione rappresentano passi importante per il cambiamento. Lo sa bene Gino Spa, Concessionaria Ufficiale di vendita e assistenza Mercedes-Benz – Smart – BMW – MINI -Volvo, il quale ha recentemente inaugurato il brand E-GINO, proprio con l’obiettivo di stimolare il grande pubblico sulle tematiche della mobilità sostenibile e consapevole, proponendosi al mercato come interlocutore competente, autorevole e credibile, e offrendo un servizio di consulenza a 360° in tutta Italia.

 

Eventi, test-drive, convegni e appuntamenti sono le attività messe in campo da E-GINO per aumentare la presa di coscienza e la conoscenza del pubblico sui vari prodotti presenti sul mercato (dal sistema Plug-in Hybrid fino al Full Electric), sul futuro delle infrastrutture e sugli incentivi a sostegno di una mobilità sostenibile.

 

Ultima iniziativa in ordine di tempo proposta da E-GINO è la promozione dedicata a tre nuovi modelli d’auto:

 

– Mercedes Classe A 250 EQ-Power: da listino € 48.317

 

Prezzo Gino con incentivo € 39.900, risparmiando il 20%

 

Motorizzazione Plug-in Hybrid

 

– BMW X1 xDrive 25e: da listino € 54.750

 

Prezzo Gino con incentivo € 45.900, risparmiando il 15%

 

Motorizzazione Plug-in Hybrid

 

– MINI Cooper SE S: da listino € 35.642

 

Prezzo Gino con incentivo € 27.900, risparmiando il 22%

 

Motorizzazione Full Electric

 

Ecoincentivi, salvaguardia dell’ambiente, aria pulita per la salute di tutti, risparmio nei consumi e nella gestione del veicolo…

Non c’è dubbio: l’auto del futuro sarà green e oggi abbiamo tutti la grande opportunità di dare una bella sterzata alla mobilità su strada in Italia.

 

 

 

 

Teresa Barbato

 

 

 

Commenti

commenti