Al termine delle indagini effettuate dalla Procura di Napoli Nord, sono scattate le manette per un 23enne di Arzano.

Ad arrestarlo per fabbricazione di ordigni esplosivi e crollo di costruzioni sono stati i Carabinieri della Tenenza di Arzano.

Le indagini sono iniziate nel mese di luglio, quando l’uomo aveva fatto esplodere uno stabile ad Arzano, causando danni e costringendo all’evacuazione dell’intero palazzo.

Nella sua abitazione, nel corso dell’operazione, sono stati ritrovati anche ordigni e bombe artigianali di elevatissimo potenziale.

Laura Barbato

Commenti

commenti