I militari hanno scoperto che le telefonate partivano da Melito

A Sestri Levante e Bergeggi, due uomini, uno di 23 e uno di 24 anni, residenti a Napoli, sono stati arrestati dai carabinieri per truffa e raggiri ai danni degli anziani.

Stando alle ricostruzione di una donna di 86 anni, truffata dai due uomini, l’anziana era stata contattata per via telefonica da un finto avvocato, che le spiegava che il figlio aveva provocato un grave incidente stradale ed era stato arrestato.

A quel punto il finto legale passava al telefono un finto carabiniere che chiedeva un cauzione di cinque mila euro per scarcerare l’uomo.

Dopo la telefonata, l’anziana aveva messo insieme 400 euro e alcuni gioielli consegnandoli ad un finto funzionario.

I militari sono riusciti a recuperare la targa dell’auto usata dai due e a fermarli.

A bordo della vettura erano nascosti i gioielli della vittima e 3.600 euro in contanti.

Dalle indagini si è risaliti a un’altra vittima che a Bergeggi aveva consegnato tre mila euro sempre dopo la telefonata del finto legale.

I militari hanno, inoltre, scoperto che le telefonate partivano da Melito di Napoli e sono state originate da schede telefoniche intestate a persone straniere.

Commenti

commenti