Napul è…

 

Dimenticare Pino Daniele in una città come Napoli è pari al più grosso sgarro che possa mai esserci.

Le sue canzoni scandiscono ormai il ritmo quotidiano della città, infilandosi nelle case, nei locali, nei vicoli partenopei.

Non manca angolo a Napoli che non ricordi un po’ di “Pino”, perché, come spesso accade in questa città, i figli di Napoli sono sacrosanti, anche quando qui non si è nati, ma si diventa tali, per le gesta che si compiono.

Come se questo non bastasse, a breve sarà realizzato anche un murales a ricordare l’imprescindibile legame tra Pino Daniele e la sua “Napule”.

L’ormai celebre mano che lo realizzerà sarà quella di Jorit, noto artista partenopeo, autore di grandiose opere di street art conosciute ormai in tutto il mondo, che si diverte a colorare angoli della nostra Napoli “tela a cielo aperto”.

Proprio in questi giorni il talento partenopeo ha raggiunto un accordo tra la sua fondazione, in collaborazione con Ente no profit Pino Daniele Trust Onlus, e Grandi Stazioni immobiliare e Fs sistemi urbani, società del Gruppo FS Italiane.

La tela scelta sarà la facciata del cosiddetto “Palazzo Alto”, il grattacielo sovrastante Piazza Garibaldi di proprietà delle Ferrovie dello stato sulla quale verrà realizzato il volto del compianto cantautore, pronto a accogliere pendolari e turisti in città.

Lo stesso Jorit dichiara:“Pino Daniele fa parte del patrimonio non solo artistico ma anche culturale e per così dire “umano” di Napoli. Grazie a questo progetto, in rappresentanza del popolo napoletano ci sarà proprio lui a salutare e accogliere quanti ogni giorno arrivano e partono dall’hub ferroviario di piazza Garibaldi”.

I lavori dovrebbero partire a fine giugno per essere poi conclusi entro settembre 2020 e, basandoci sulle tante opere di Jorit disseminate in città, il risultato sarà come sempre di grande suggestione e di rilevanza internazionale.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti