Ancora persone che non rispettano le regole

Un 23enne è stato denunciato dagli agenti del Commissariato di Secondigliano a Napoli per falsa attestazione a Pubblico Ufficiale ed è stato sanzionato per inottemperanza alle misure anti Covid-19; anche la fidanzata, sua coetanea, ha subito la stessa sorte ma per motivazioni diverse: la giovane è stata accusata di falsità di materiale in atto pubblico commessa dal privato.

Il motivo dell’intervento degli agenti nei confronti dei due ragazzi è stato il seguente: durante un’operazione di controllo ad Arzano, il giovane è stato trovato fermo nella sua auto; gli agenti si sono avvicinati e hanno constatato che il ragazzo aveva violato la zona rossa da cui proveniva ( ossia Arzano ); quando i poliziotti hanno fatto presente ciò, il 23enne ha mostrato una foto sul suo cellulare dove era presente un certificato medico che sosteneva che il giovane dovesse essere sottoposto ad una visita medica ad Afragola; gli agenti hanno quindi verificato la veridicità del documento che hanno scoperto essere fasullo e scritto dalla fidanzata, segretaria in uno studio medico.

 

cronavirus 2019

Commenti

commenti