L’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli sembra star vivendo un periodo di crisi.

Negli ultimi giorni sono stati tantissimi i pazienti accorsi per visite e interventi che sono rallentati bruscamente a causa di diversi disagi come la mancanza di biancheria e lo scarso numero di personale presente in corsia.

A rallentare il tutto, l’arrivo continuo di codici rossi che tengono, anche per ore, occupati i medici.

Già da tempo diversi ospedali stavano affrontando una crisi dovuta agli scioperi della lavenderia ospedaliera American Laundry ma la causa dei grossi problemi è anche la mancanza di lettighe e posti letto all’interno delle camere, che costringe gli ammalati a trascorrere diverse ore o, addirittura, intere giornate all’interno dei corridoi o su sediline scomode in ferro.

A mancare, in alcuni giorni, sono anche gli stessi medicinali che sembrano arrivare, in alcuni periodi, in scarse quantità, risultando quindi  insufficienti per le esigenze di tutti i pazienti che molto spesso vengono indirizzati ad altri ospedali, molto più lontani.

Insomma i poveri malcapitati pazienti, ammalati o bisognosi di soccorso medico, devono fare i conti con i disagi e disservizi nonostante esigenti di cure.

Commenti

commenti