L’assessore Angela Arsenti ha rimesso le deleghe al primo cittadino Antonio Amente. Le Finanze, i tributi e la programmazione economica passano nelle mani del primo cittadino. Non un banale “ci siamo voluti bene” nelle righe scritte dall’ex assessore sui social, ma un vero e proprio attacco all’amministrazione che le ha affidato per tre anni il compito più arduo in un comune in dissesto.

Una “profonda diversità di visione nell’affrontare la predisposizione di atti di vitale importanza per l’amministrazione, sia nella tempistica che nella metodologia” queste le motivazioni fornite da Arsenti.

“Voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state vicine in questi anni, in particolare la mia famiglia, i miei elettori, i dipendenti comunali e confermo il mio impegno politico a servizio della città di Melito. La mia libertà equivale alla mia vita” ha concluso.

Commenti

commenti