Si è svolta in prefettura una riunione per combattere il problema roghi tossici nelle aree tra Giugliano e Caivano.

In particolare, si è proceduto al controllo di 31 aziende, al sequestro di 6 opifici, 47 persone sono state denunciate e 38,81 tonnellate di pneumatici sono stati rimossi perché in zone a rischio.

Inoltre rispetto a giugno 2019 si è registrato un incremento del 700% delle persone controllate e multate.

Il piano prevede anche fondi per oltre 4 milioni di euro e la predisposizione a realizzare specifici progetti nei comuni di Giugliano in Campania e di Caivano, in ragione della particolare gravità con la quale il fenomeno dell’abbandono di rifiuti insiste proprio principalmente su questi territori.

Verranno installate a Giugliano 50 nuove telecamere e altre 60 a Caivano.

Successivamente, le stesse iniziative verranno estese ad altri comuni interessati dell’area napoletana e casertana.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti