Al pestaggio partecipò anche un’altra persona che ancora deve essere identificata

 

Le indagini dei carabinieri, svolte attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza e soprattutto ai testimoni, hanno permesso di raccogliere elementi indiziari che sono stati avvalorati dal Gip che ha a sua volta emesso un provvedimento giudiziario nei confronti di un 22enne che il 23 agosto scorso colpì un suo coetaneo con calci e pugni fratturandogli la mascella per un debito di 20 euro per un acquisto di droga dinanzi ad un noto bar di Sant’Antimo.

Al pestaggio partecipò anche un’altra persona che ancora deve essere identificata.

carabinieri

Commenti

commenti