Al Maradona arriva la capolista: esordio della maglia firmata Marcelo Burlon

Questa sera al Maradona arriva l’Inter capolista, quindi altra partita molto complicata per i ragazzi di Gattuso, che sono chiamati a vincere sempre oramai, per conquistare un posto che gli possa permettere la qualificazione alla prossima Champions League, anche perché le sue rivali sono pronte sempre a rispondere colpo su colpo. I neroazzurri di Antonio Conte oramai invece sono ad un passo dal vincere il campionato, avendo 8 punti di vantaggio sul Milan secondo, pur dovendo ancora disputare la partita proprio contro i partenopei; solo la matematica non ha ancora decretato la loro vittoria.

La gara di questa sera oltre ai tre punti in palio, per entrambe le squadre con i rispettivi obiettivi, verrà trasmessa in tutto il mondo; e proprio per questo la Società Sportiva Calcio Napoli ha deciso di approfittare di questo, facendo indossare proprio questa sera la nuova maglia, nata dalla partnership tra lo stilista argentino Marcelo Burlon, lo stesso Napoli e il loro sponsor tecnico Kappa. Come ha spiegato lo stesso Burlon dai suoi profili social, è stato un modo per rendere omaggio alla città e ai tifosi del Napoli. Ma il vero motivo lo conosciamo tutti, che si tratta di un’operazione di marketing, per far sì che la società possa crescere sempre di più anche dal punto di vista commerciale.

Tornando al discorso del campo, tra i convocati per questa sera oltre al lungo degente Ghoulam, mancano Ospina che rientrerà tra un mese e Lozano squalificato. In porta dovuta all’assenza del portiere colombiano ci sarà Meret, la coppia centrale di difesa sarà formata da Koulibaly e Manolas, che sembra aver superato nelle gerarchie sia Maksimovic che Rrahmani; a completare il reparto difensivo saranno Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra, che secondo le ultime sembra abbia superato Hysaj nel ballottaggio della vigilia.

A centrocampo non ci saranno sorprese: la coppia centrale formata da Fabian Ruiz a costruire e Demme ad interdire oramai è inamovibile, unico dubbio che resta da sciogliere è quello tra Zielinski uscito un po’ acciaccato dalla partita scorsa contro la Sampdoria e Mertens, ossia chi sarà tra i due ad essere schierato come trequartista dietro la punta centrale, dubbio che verrà risolto solo alla presentazione delle formazioni ufficiali, per adesso nonostante tutto il polacco sembra in vantaggio sul belga. Il resto del reparto offensiva vedrà invece sicuramente la presenza di Politano a destra, Insigne a sinistra e Osimhen al centro. Soprattutto il giovane nigeriano finalmente è apparso in grande spolvero nelle ultime partite e quindi Gattuso non potrà fare a meno di lui fin dal primo minuto.

Convocati del Napoli: Meret, Contini, Idasiak, Zedadka, Mario Rui, Maksimovic, Di Lorenzo, Hysaj, Koulibaly, Rrahmani, Manolas, Demme, Bakayoko, Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski, Lobotka, Osimhen, Mertens, Politano, Insigne, Petagna, Cioffi.

Probabile formazione del Napoli (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Fabian Ruiz, Demme, Politano, Zielinski, Insigne, Osimhen. All. Gattuso.

Probabile formazione dell’Inter (3-5-2): Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Darmian, Lukaku, Lautaro. All. Conte.

Ballottaggi nel Napoli: Mario Rui/Hysaj 60%/40%, Zielinski/Mertens 55%/45%.

Arbitro: Doveri, Var: Mazzoleni.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti