Se nelle prossime ore ci sarà un aumento dei casi, tutta la città di Mondragone sarà dichiarata zona rossa

 

Nella giornata di ieri il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha spiegato che i contagi di Mondragone sono arrivati dall’estero, probabilmente dalla Bulgaria. Ha poi aggiunto che c’erano di fronte a lui due alternative: o chiudere la città oppure provare a isolare e spegnere il focolaio ma se la situazione dovesse precipitare e il numero dei positivi salire nelle prossime ore, come già ormai avviene dal 20 giugno, sarà inevitabile dichiarare zona rossa tutta la cittadina di Mondragone.

A preoccupare sono anche gli assembramenti di ieri, che hanno visto in strada centinaia di persone, e far mantenere le distanze è stato veramente difficile, visti gli animi.

Per cercare di contenere le rivolte, il governatore De Luca ha anche ordinato l’arrivo di 100 uomini dell’Esercito per intensificare i controlli ed evitare la fuga dei residenti della zona rossa.

Laura Barbato

Commenti

commenti