Aperta un’inchiesta per la morte di un bimbo di 4 anni, inutile la corsa all’ospedale

Tragedia a Mugnano per la morte di un bimbo di 4 anni, il sindaco proclama il lutto cittadino. Il bimbo pare si trovasse a casa del nonno allorquando, probabilmente mangiando, gli sarebbe rimasto qualcosa di incastrato nella gola che gli avrebbe provocato il soffocamento.

Inutili sarebbero stati i diversi tentativi di primo soccorso effettuati in casa per cercare di disostruire le vie respiratorie. Il bimbo sarebbe poi stato trasportato al Pronto soccorso di Giugliano dove poco dopo è deceduto per arresto cardiocircolatorio.

Da una prima analisi sembrerebbe che, intorno alle ore 18.30, il bimbo, ospite a casa del nonno, avesse messo in bocca un piccolo pezzo di plastica che gli si sarebbe bloccato in gola.

Al momento è stata aperta un’inchiesta per stabilire le cause del decesso e le eventuali responsabilità. I carabinieri hanno acquisito la cartella clinica del bimbo per l’accertamento delle responsabilità oggettive.

Intanto la Procura di Napoli Nord ha disposto l’esame autoptico sul corpo del bimbo per accertare se fosse stato possibile salvarlo.

Sgomento per tutta la città di Mugnano dove la famiglia del piccolo era molto conosciuta. Il sindaco Luigi Sarnataro, dopo aver espresso le condoglianze ai familiari, ha proclamato il lutto cittadino con le bandiere a mezz’asta.

 

Foto dal web

Marianna Di Donna

Commenti

commenti