Dopo tre giornate il Napoli è a punteggio pieno, dopo Venezia e Genoa, gli uomini di Spalletti battono anche la Juventus per 2 a1. Napoli che quindi si trova al primo posto in classifica, e mette ancora di più in crisi la Juventus, che resta ferma ad 1 punto dopo tre giornate. Bianconeri che con tante assenze hanno cercato soprattutto di chiudersi in difesa e ripartire in contropiede, Napoli che invece ha dominato dall’inizio alla fine, se si guardano le statistiche, ha avuto un possesso palla di circa il 70%, 24 tiri a 7 a suo favore, e 13 calci d’angolo ad 1 sempre a suo favore.

La cronaca della partita ha raccontato un dominio partenopeo fin dai primi minuti di gioco, sfiorando il gol già dopo 20 secondi di gioco con Politano, nonostante un dominio partenopeo, stranamente a passare in vantaggio è la Juventus: al 10° Manolas commette un erroraccio, non si accorge della presenza di Morata che intercetta il passaggio dietro verso il portiere del greco, e in uscita batte Ospina. Dopo il vantaggio la Juventus si difende bene e sfiora addirittura il raddoppio con Kulusevski, che approfitta di un errore di Insigne che la passa dietro di testa, lo svedese è bravo ad intercettare il passaggio, ma a tu per tu con Ospina si lascia ipnotizzare dal portiere colombiano che in uscita compie una prodezza ed evita il 2 a 0 per i bianconeri. Primo tempo che termina con un colpo di testa debole di Elmas che Szcesny blocca senza problemi. Prima frazione di gioco che si chiude con il vantaggio immeritato della Juventus.

Nel secondo tempo Spalletti cambia subito il suo schieramento, facendo uscire Elmas ed inserendo Adam Ounas, l’algerino mette fin dai primi minuti di gioco in difficoltà la difesa bianconera, non dando punti di riferimento muovendosi su tutto il fronte d’attacco. Napoli che dopo aver dominato in lungo e largo trova finalmente il gol del pareggio: al 57° papera di Szcesny che non riesce a bloccare un tiro aggiro di Insigne, tutt’altro che irresistibile e Politano e bravo sulla respinta del portiere polacco e la mette dentro. Dopo il pareggio il Napoli ci crede, e prova a vincerla, invece la  Juventus  è tutta dietro a difendere il pareggio, ma alla fine il gol vittoria arriva: all’85° sugli sviluppi del calcio d’angolo, colpo di testa sciagurato di Kean, miracolo di Szcesny che evita l’autogol, ma Koulibaly si trova nel posto giusto al momento giusto e la mette dentro, Dopo il vantaggio dei partenopei, la Juventus ci prova ma senza tantissime idee, partita che quindi termina con la vittoria meritatissima della squadra di Luciano Saplletti che ora si trova al primo posto a punteggio pieno.

Ora testa a giovedì, contro il Leicester in Europa League in casa loro non sarà per niente facile, sperando di avere a disposizione tutti, Insigne, Osimehn e Mario Rui sono usciti mal conci dalla sfida contro i bianconeri, e le loro condizioni verranno valutate nelle prossime ore. E soprattutto si spera venga risolto il problema della quarantena dei giocatori che sono stati impegnati con le loro nazionali, e che sono stati in zona rossa per le disposizioni della sanità inglese, e quindi a rischio per la partenza, Il Napoli si è attivato già da giorni e sta cercando di risolvere questo problema in accordo con la Uefa.

Tabellino: 2-1

10° Morata, 57° Politano, 85° Koulibaly.

Formazione del Napoli (4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mario Rui (90° Malcuit), Fabian Ruiz, Anguissa, Politano (72° Lozano), Elmas (46° Ounas), Osimhen (90° Petagna), Insigne (73° Zielinski). All. Spalletti.

Formazione della Juventus (4-4-2): Szcesny, De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Pellegrini (57° De Ligt), Mckennie (72° Ramsey), Locatelli, Rabiot, Bernardeschi, Morata (82° Kean), Kulusevski. All. Allegri.

Ammoniti: nel Napoli Elmas al 31° e Lozano all’88°, nella Juventus Locatelli al 45°.

Arbitro: Massimiliano Irrati.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti