Il 2020 ci pone le prime difficoltà

 

Con l’inizio del 2020, si è soliti iniziare l’anno con gli auguri e i buoni propositi, ma quest’anno è arrivato con lo scoccare della mezza notte insieme agli auguri anche uno strano messaggio:

 

Buon anno e felice anno nuovo! 

 

Consulenza legale per il 2020

Quando scriviamo una data nei documenti, durante quest’anno è necessario scrivere l’intero anno 2020 in questo modo: 31/01/2020 e non 31/01/20 solo perché è possibile per qualcuno modificarlo in 31/01/2000 o

31/01/2019 o qualsiasi altro anno a convenienza. 

Questo problema si verifica solo quest’anno.

Stare molto attenti!

Non scrivere o accettare documenti con solo 20.

Fate girare questa utile informazione!

Il messaggio è stato diramato per la sicurezza economica dei cittadini, infatti gli esperti consigliano di non abbreviare mai la data 2020 quando si firmano documenti importanti, come assegni, certificati di compravendita, mutui.

Questo perchè i rischi sono tanti e le truffe dietro l’angolo, e con l’entrata del nuovo decennio scrivere soltanto 20 lascia la possibilità ai malintenzionati di completare la data a piacimento, per esempio aggiungendo 21 e facendo così diventare la scadenza il 2021 e non il 2020.

Questo problema riguarda quasi unicamente il 2020 perché l’abbreviazione dell’anno scorso, il 2019, come ’19 potrebbe essere cambiata solo in una data nel 1900 e l’abbreviazione del 2018 potrebbe essere modificata solo in una data nel 1800.

 

Teresa Barbato

Commenti

commenti