In Campania, però, soprattutto per i giovani la situazione diventa sempre più catastrofica

Nel 2014 le Nazioni Unite hanno istituito la Giornata Internaziale della Capacità dei Giovani per valorizzare il potenziale non sfruttato e garantirgli istruzione, opportunità e competenze, soffermandosi sull’attuale situazione del mondo giovanile.

Se, però, sei un giovane e abiti in Campania, ti potrà sembrare che qui non esista un futuro, infatti in tantissimi parlano della “fuga di cervelli”.

Sono tanti, forse troppi, oggigiorno, i fallimenti della regione Campania. Si sente spesso parlare di “giovani squattrinati” ma non tutti sanno che nella maggior parte dei casi sono le istituzioni a peccare sotto molti aspetti.

La mancanza di lavoro e l’assenza di “padrini politici” fanno sembrare la situazione catastrofica ma le vere pecche sono, in realtà, altre.

In Campania, a differenza di quanto si crede, sono tantissimi i giovani volenterosi, che cercano di crearsi un futuro ma che, continuamente, vedono sfuggirsi le occasioni dalle mani.

Attualmente, inoltre, al mondo ci sono più giovani che in passato. Se da un lato questa notizia ci conforta, dall’altro ci investe di preoccupazioni e perplessità perché è evidente ormai che i ragazzi devono fare ogni giorno i conti con ostacoli, talvolta, insormontabili per trovare il loro spazio nel mondo, per riuscire ad affermarsi dal punto di vista lavorativo e per giungere, quindi, con successo a varcare la soglia dell’età adulta.

Laura Barbato

Commenti

commenti