PAOLA SORGE: A PROPOSITO DEL D’ANNUNZIO

Paola SorgeDa diverso tempo a questa parte mi capita di avere sotto mano gli scritti di Gabriele d’Annunzio, ma soprattutto sono calamitato da quanti hanno scritto su di lui.

Confesso che negli anni del Liceo, pochi in verità, sono stato portato ad accantonarlo giacché lo avevo definito uno scrittore pruriginoso e dedito più ai suoi vizi che alle indubbie capacità descrittive. Non vorrei accampare scusanti ma, forse, il d’Annunzio non è “presentato” nel migliore dei modi e spesso gli stessi insegnanti poco si accorgono della grandeur di questo scrittore/poeta, e non solo, che merita, adesso ne sono più che cosciente, degli approfondimenti di ben altra natura stilistica.

Una curiosità di pochi giorni or sono che ho letto e che lo riguarda dice che il d’Annunzio è stato il primo a chiamare una donna, e non poteva essere altrimenti, Gigliola; praticamente questo nome l’ha inventato lui, così come è stato il primo in tante altre cose.
leggere successivo... | bytes | Commenti

I “LA MASCHERA”, CE LI RACCONTA ROBERTO COLELLA

Il frontman della band napoletana parla di background, soddisfazioni e sogni da giovane artista.

Partiamo dal nome. Coma mai “La maschera”? Si tratta di un ossimoro che vuole indicare la volontà di non nascondersi, di non avere nulla da mascherare?

Esattamente. Principalmente cercavamo un nome incisivo che riconducesse alla tradizione teatrale e popolare e che esprimesse anche un controsenso rispetto a ciò che siamo e vogliamo trasmettere. La musica che proponiamo è infatti nuda, diretta e legata alle origini. La maschera, come concetto, si ispira anche a quello pirandelliano della molteplicità delle maschere stesse e vuole porre la musica tra la maschera e la carne umana, la pelle, per rappresentare un’incognita che possa abbracciare e contenere generi vari, come swing o bossa per esempio. 

leggere successivo... | bytes | Commenti

MELITO, DONNA DI 34 ANNI MUORE IN STRADA

Marciapiede dissestato o morte naturale. Si attende l'esito dell'autopsia.
Il sindaco Carpentieri: “Siamo profondamente addolorati”


MELITO – Erano da poco passate le 11 quando si è diffusa – su media locali e nazionali – la notizia della tragica morte di Rita Mombelli, una donna di 34 anni residente a Melito. Secondo le prime notizie, la donna sarebbe caduta in corso Europa, in un tratto di marciapiede sconnesso per poi essere trasportata all'ospedale San Giuliano di Giugliano dove è deceduta. I carabinieri della Compagnia di Giugliano, però, non hanno escluso la morte per cause naturali di cui la caduta sarebbe stata solo una conseguenza. Si attendono ora gli esami autoptici per determinare le cause del decesso e l'eventuale responsabilità del Comune di Melito.

leggere successivo... | bytes | Commenti

LELLO CAIAZZA: "FINALMENTE UN'OPERAZIONE PER LIBERARE I MARCIAPIEDI"

Il consigliere di Melito Adesso, dal suo profilo Facebook, ha espresso la sua soddisfazione per l'operazione della polizia locale

MELITO - A pochi giorni dal deposito dell'interrogazione a firma del coordinamento delle liste civiche del consiglio comunale di Melito, questa mattina, un'operazione della polizia municipale del comune a nord di Napoli ha messo in pratica ciò che da diversi mesi è stato messo nero su bianco in seguito all'approvazione del regolamento sull'occupazione di suolo pubblico. 
Questo il commento del capogruppo della lista civica "Melito Adesso"

leggere successivo... | bytes | Commenti

LA CONSULTA PARI OPPORTUNITA' CELEBRA LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

All’incontro in aula consiliare, prevista la presenza di associazioni, psicologi ed esperti del settore.

MELITO - Domenica 8 Marzo, alle ore 18:00, si terrà presso la Sala consiliare Comunale di Melito di Napoli un evento dedicato alla Giornata Internazionale della Donna. L'incontro nasce dall'esigenza di discutere di problematiche care al mondo del gentil sesso e ancora troppo vigenti all'interno della società per essere ignorate, l'8 marzo come ogni giorno. Il fine è quello di sensibilizzare gli animi contro ogni violenza sulle donne: fisica, psicologica, sentimentale, relazionale, in famiglia e sul lavoro.

leggere successivo... | bytes | Commenti

CAMPANIA (IN)FELIX. TERRA DI ECOCRIMINI, ECOBALLE ED ECOAFFARI

A Giugliano la conferenza-dibattito di Giovandomenico Lepore e Nico Pirozzi

GIUGLIANO - Il dramma della Terra dei fuochi, il luogo ove per più di un quarto di secolo sono state “intombate” centinaia di migliaia di tonnellate di veleni e di immondizia di tutti i generi con devastanti effetti sull’ambiente e sulla salute di chi ci vive, è sintetizzabile in una sola parola: biocidio. Un neologismo il cui significato non è di molto dissimile dai termini con i quali fa rima: omicidio e genocidio. Il crimine è quello perpetrato nei confronti di milioni di cittadini della Campania da una lobby di delinquenti, che per anni hanno goduto di una totale immunità, grazie alla complicità di imprenditori, professionisti e faccendieri dall’innata e pelosa furbizia senza etica.

leggere successivo... | bytes | Commenti

PULIZIA CADITOIE, ACCORDO PEGGIORATIVO?

Il coordinamento delle liste civiche palesa alcuni dubbi sull'accordo tra Comune e Acquedotti S.c.p.a.

MELITO -. La confortante notizia di questa mattina dell'accordo raggiunto tra il Comune e l'Acquedotti S.c.p.a. non sembra aver soddisfatto appieno tutti gli attori politici melitesi. La soddisfazione che trapela dalla casa comunale di via Salvatore Di Giacomo sembra non essere corrisposta dai cinque consiglieri di maggioranza del coordinamento delle liste civiche. 

leggere successivo... | bytes | Commenti

BANDO PER L'AFFIDAMENTO DELLA VILLA COMUNALE: ATTO QUARTO

Ennesima delibera di giunta per l'affidamento della Villa Comunale in Via Lavinaio: nuovo tentativo di restituire dignità ad uno spazio bistrattato

MELITO - Gli assessori Gennaro Maisto e Marina Mastropasqua hanno nuovamente proposto l’avvio di un bando di gara per far sì che il Comune di Melito possa riappropriarsi dell’aria verde della villa comunale in Via Lavinaio. Oramai fatiscente e bistrattato da anni, soggetto a maltrattamenti e atti vandalici di varia natura, il “polmone verde” di Melito non rappresenta affatto un’area utilizzabile e sfruttabile dai cittadini melitesi, come una qualsiasi villa comunale che si rispetti. 

leggere successivo... | bytes | Commenti

"POESIA" DI FRANCESCO AMORUSO: L'ALTRA FACCIA DEL CANTAUTORE

É in rete il nuovo videoclip di Francesco Amoruso. Dopo le ironiche e pungenti “Il motivetto” e “Paparepare e ppà”, questa è la volta di “Poesia”, una ballad più intima con cui l'artista vuole mostrarsi in un'altra veste d'autore ed inteprete. In ricerca di qualcosa, del suo Godot, magari di tempi migliori, di un' ispirazione, o più semplicemente di un bicchiere di vino, l'autore dissipa le proprie preoccupazioni, pensando a Lei. È certamente la canzone più romantica di tutto l'album, “Il gallo canterino”, da cui è estratta la traccia.

leggere successivo... | bytes | Commenti

"IL GALLO CANTERINO" FA TAPPA A MELITO

Ieri sera, nella biblioteca comunale, si è tenuta la presentazione del primo lavoro discografico del cantautore villaricchese Francesco Amoruso.

MELITO - La Biblioteca del comune melitese ha ospitato la presentazione del primo lavoro inedito di Francesco Amoruso, cantautore e scrittore ventiseienne, conosciuto già come autore del romanzo sentimentale “Il Ciclo Della Vita”, pubblicato nel 2010 e ancora disponibile in formato e-book sul sito Lulu.com. Il Gallo Canterino” è il primo lavoro discografico dello scrittore e cantautore Francesco Amoruso, presentato presso la Biblioteca Comunale di Melito con un breve live acustico. Undici tracce contenute, alcune dal sapore irriverente e graffiante, e tanti nomi noti e talentuosi della scena musicale campana che hanno partecipato alla loro realizzazione.

leggere successivo... | bytes | Commenti
(1) 2 3 4 ... 272 »
Realizzazione del portale a cura di:

Webdesigner: Valentina Maisto - Webmaster: Antonio Caiazza