RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: IL RISPETTO DELLE PERSONE, PRIMA DI TUTTO!

Inviato da: redazioneil 26/9/2010 20:02:00 785 letture
Sono ormai sette anni che, a turno, dall'estrema sinistra (ricordate i manifesti di guerra firmati dall'allora circolo di Rifondazione?) all'estrema destra (tempi molto recenti ma manifesti inopportuni, anacronistici e illogici) si vuole attaccare, a prescindere, l'avvocato Gianpiero Di Gennaro.

Un indecoroso gioco al massacro, un attacco vergognoso alla dignità di una persona, all'onorabilità di un professionista che deve ASSOLUTAMENTE finire.


Mi auguro che il manifesto apparso ieri,per le strade di Melito,faccia definitivamente chiarezza!Che pena! Che squallore!Adoperare strumenti subdoli,sapendo di mentire-questo non lo dice il sottoscritto ma sentenze del Tribunale-per mettere in cattiva luce una persona e la parte politica di cui ne è stato l'esponente più rappresentativo. Dirò di più:l'avvocato Di Gennaro ha tutti i requisiti politici e le qualità etiche per ricoprire un ruolo di primo piano nella politica melitese.Lui e gran parte della sua amministrazione che ha lasciato segni di professionalità,onestà e competenze.

Non vale la pena, poi, spendere parole per chi, pur facendo parte di quell'esperienza amministrativa, oggi, non ha il coraggio di prendere le distanze da questi attacchi ingenerosi. Purtroppo molte persone si impegnano in politica solo per "compiacere" qualcuno: persone che hanno poca autostima e sicurezza, persone per le quali ricevere un complimento da parte del "mecenate" di turno rappresenta l'elemento più gratificante!

Nella storia di Melito ci sono stati tantissimi sindaci: ognuno, nell'ambito del proprio difficile lavoro, ha commesso errori:amministrativi, politici e strategici. Errare è umano, ci mancherebbe! Ma contro l'avvocato Di Gennaro che stimo come persona e come professionista, c'è stato un accanimento terapeutico, una volontà ferrea di estrometterlo dalla vita socio-politico-culturale di Melito. La critica politica è giusta e sacrosanta ma, nei suoi confronti, un atteggiamento ostile, premeditato, studiato scientificamente ha mirato all'eliminazione di una persona riservata, seria e sensibile, al di là degli errori politici commessi.

Mi auguro che, in seguito a questo manifesto, questi tamburi di guerra contro Di Gennaro e la sua amministrazione smettano di rullare e, nello stesso tempo, mi auguro vivamente un pieno coinvolgimento di Gianpiero nella vita politica del nostro paese che ha assoluto bisogno di persone serie, colte, di strutturata formazione politica, di passione e di entusiasmo. Gianpiero risponde, a pieno titolo, a tali richieste!

Antimo Niola